Cosa fare e soprattutto cosa NON fare, all’arrivo del cucciolo a casa nostra

Il giorno che il cucciolo entra nella nostra casa e quindi nella nostra vita corrisponde al momento di massima euforia e felicità per la famiglia che l’accoglie.

Purtroppo per il nostro tenero ed ancora piccolo amico questo invece è un brutto momento: il primo, importante, radicale cambiamento con il distacco da colei che gli ha dato la vita e dagli adorati fratelli e sorelle con i quali ha vissuto in simbiosi.

Questo è un vero e proprio trauma per il cucciolo, il primo e speriamo l’ultimo, della sua vita! Continua a leggere

Uomo e cane: un rapporto che a volte crea problemi comportamentali

Risolvere i problemi di comportamento dei cani è stato per me sempre motivo di grande interesse.

Anni d’esperienza sul campo, unito ad un intenso studio mi hanno fatto giungere ad una conclusione che in questa pagina voglio usare come assunto: il 90% dei comportamenti patologici dei cani è provocato da errori dei loro compagni umani.

Cercherò di darvi dei consigli per evitare i più comuni

Una cosa importante che pochi tengono presente: il cane è un animale abitudinario che trae forza e sicurezza, oltre che dal rapporto simbiotico col proprietario, dal fare una vita quanto più possibile regolare.

Quindi cerchiamo, fin dall’arrivo in casa del cucciolo (ricordate l’imprinting? Se non lo avete ancora fatto leggetelo!) di dargli delle abitudini che cercheremo di mantenere quanto più costanti possibile, legate alla presenza dell’umano di riferimento, che lui individuerà come capobranco: quanto più sarà regolare la sua vita tanto più il cucciolo crescerà sicuro di sé. Continua a leggere

Condizionamento del Lagotto al Tartufo

Prima di questa pagina invito i visitatori a leggere quella dove spiego dettagliatamente cosa succede ai nostri cuccioli nella fase dell’apprendimento detto “Imprinting“.

Dopo che vi siete fatti un’idea di cosa succede nella testa del vostro cucciolo quando è nella fase dell’apprendimento capirete meglio come funziona il condizionamento dei nostri cuccioli affinché nella loro vita sentano sempre l’irrefrenabile voglia di scovare e scavare un tartufo!!! Continua a leggere

Educazione e sport con il Lagotto

Lo standard di lavoro del Lagotto Romagnolo prevede un’andatura caratterizzata da trotto sciolto e allegro che denota la gioia con cui svolge la funzione di cerca, la coda di muove allegra con ampi spostamenti laterali e accentuandone il movimento segnala al conduttore la presenza del tartufo.

La cerca è volenterosa, avida, esprime intuito e intelligenza, il Lagotto deve dimostrare di possedere un’intelligenza e concentrazione e capacità di analisi accurata per effettuare anche le forate più difficili.

Il collegamento del Lagotto è assoluto e naturale, pur dimostrando autonomia e iniziativa sarà sempre attento a seguire le indicazioni del conduttore.

Il suo carattere allegro e operoso e la sua naturale predisposizione al lavoro lo rendono poco sensibile agli stimoli esterni, inoltre è raramente interessato all’emanazione del selvatico ed è sempre pronto a riprendere la cerca a un semplice richiamo del conduttore. Continua a leggere