Il cane lagotto romagnolo

Cane di razza lagotto-romagnolo

Il cane lagotto romagnolo: una razza in continua evoluzione!

In origine la sua carriera cinofila inizia come Retriever, impiego che lo ha reso un cane molto forte fisicamente, resistente al freddo, visto che espletava questo compito nelle inospitali paludi dell’Emilia Romagna.

Nella sua evoluzione è divenuto universalmente conosciuto per la sua specializzazione nella ricerca del tartufo, attività in cui è diventato l’incontrastato numero uno. Decenni d’impiego in questa non facile attività lo ha reso:

  1. estremamente ricettivo a qualsiasi tipo d’addestramento;
  2. docile, perché per agevolare questo suo impiego sono stati eliminati aggressività ed istinto predatorio;
  3. socievole con gli altri cani, perché spesso la ricerca del tartufo avviene anche con più cani o comunque capita spesso d’incontrare dei “colleghi”!

Con queste “impostazioni”, provenienti dalle sue precedenti vite, oggi noi delle Code Allegre stiamo indirizzando questo meraviglioso cane lagotto, lavorando sempre più su una perfetta socializzazione fin dai primi giorni di vita, verso quello che, siamo sicuri, sarà tra qualche anno il suo impiego più diffuso: un meraviglioso cane adatto a fare la felicità di qualsiasi famiglia!

Continua a leggere

Adozione di un lagotto (dalla Coda Allegra)

Molti di voi si chiederanno come mai il verbo adottare…non siamo un canile pubblico o una fondazione di volontariato (strutture che svolgono una nobilissima missione e con cui in passato ho collaborato) ma un allevamento dove i cani si comprano.

Adottare lo vogliamo fare nostro dalla tradizione anglosassone, dove è stata inventata la moderna cinofilia e dove la considerazione per i cani è praticamente pari a quella per gli umani.

Da quelle parti non troverete nessuno che usa il verbo comprare quando decidono che un cane entrerà a far parte della famiglia ma tutti, come si fa quando si accoglie in famiglia un umano non partorito da una componente della stessa, usano il verbo adottare.

Noi vogliamo che chi è intenzionato ad accogliere in casa propria un nostro cucciolo parta da questo fondamentale assunto: un cane, nello specifico un lagotto dalla Coda Allegra, dovrà essere considerato un componente della famiglia a tutti gli effetti e non certo un regalo, un complemento d’arredo o un giocattolo animato per i bambini.

Inutile aggiungere, dopo quello che ho già scritto nelle altre pagine di questo sito, che tanto meno affideremmo mai un nostro cucciolo a chi cerca una macchina da scavo per tartufi!

Per quello cediamo volentieri il passo a tutti gli altri allevamenti che nella loro totalità sono gestiti da tartufai e che sono, a differenza di noi, felici di vendere i loro cuccioli ai loro colleghi.

Noi ricevendo tantissime richieste possiamo permetterci di scremare e vogliamo solo il meglio per i nostri gioielli ed a nostro avviso i tartufai non lo sono.

Chiariti questi, per noi requisiti fondamentali che chi aspira ad adottare un nostro lagotto deve avere, volevo invitare chi non condividesse le nostre linee di pensiero a non contattarci neppure, sarebbe v’assicuro inutile! Continua a leggere

Prezzo di un cucciolo di Lagotto Romagnolo

Spesso, ma per fortuna non più così spesso come in passato, dei clienti, o sarebbe più giusto dire aspiranti tali, visto che questo tipo di persone con noi resta quasi sempre un aspirante, restano sorpresi quando scoprono che un cucciolo di un allevamento qualificato, abbia un costo maggiore rispetto a cuccioli che spesso si trovano sugli annunci di privati a poche centinaia di euro, spesso consegnati senza uno straccio di documentazione che ne attesti l’appartenenza alla razza (pedigree) e senza che il venditore abbia un’opportuna conoscenza della razza, delle patologie ereditarie e di come gestire il cucciolo nei primi mesi di vita.

Continua a leggere