Allevamento delle Code Allegre: “Lagotti che ti cambiano la vita!

Allevamento delle Code Allegre: “lagotti che ti cambiano la vita!”
Così recita il motto del nostro allevamento che corrisponde assolutamente alla realtà per tutte le famiglie che hanno accolto una Coda Allegra, ed in questa pagina ci tengo a spiegarvi il perché.

Vasco e Nando delle Code Allegre

Un approccio unico nel nostro Allevamento

I nostri non sono comuni lagotti, anzi vi dico che con gli altri “di diversa provenienza” hanno veramente pochissimo in comune, forse soltanto la razza! Tanto per cominciare non nascono e crescono in un box dal giorno in cui vengono al mondo a quando arriva il momento di andare nella loro famiglia. Da noi nascono in casa e ci restano fino ai 35/40 giorni quando sono prontissimi per la vita outdoor, ma nel frattempo hanno già sviluppato un legame fortissimo con gli umani con i quali, anche una volta trasferiti all’esterno, continuano a condividere la maggior parte del tempo. Nei “comuni” allevamenti, se va bene, vedono gli umani due volte al giorno, solo per operazioni di routine come la pulizia o la pappa, questo anche un profano può intuire che fa una differenza abissale che avrà un grande impatto sullo sviluppo psicologico del cucciolo!

Cura e Socializzazione

Qui alle Code Allegre, una volta all’esterno ci sono vasti paddock dove i cuccioli con la mamma alloggiano comodamente in delle cucce coibentate, foderate da morbide coperte. Come già dicevo poche righe fa una volta all’esterno il contatto con noi umani è sempre molto costante anche perché quello è poi per me il momento in cui, ancor di più, inizio a mettere in campo la mia esperienza di comportamentalista, oltre all’infinito Amore con il quale mi prendo cura dei miei cani. Grazie a queste due mie spiccate peculiarità, ed al fondamentale ed insostituibile aiuto del mio “braccio destro” Antonella, che riveste il ruolo di mamma premurosissima, riusciamo a dare quella marcia in più a livello di socializzazione che fa riconoscere una Coda Allegra da un lagotto di altra provenienza dopo pochi minuti che lo incontrate.
Sono fiero di ricordare che fino al mio “avvento” nell’allevamento dei lagotti questi splendidi cani erano conosciuti solo come grandi cercatori di tartufi. Sono stato il primo a proporli come cani da compagnia prima e da utilità poi ed infatti ora sono richiestissimi dalle famiglie, oltre che come “semplici” compagni di vita, anche per essere affiancati a ragazzi con problemi di varia natura come l’autismo, la sindrome di Down o altre patologie. Sempre più spesso diventano veri e propri operatori di pet-therapy presso strutture sanitarie dove portano tutta la serenità che solo una Coda Allegra può donare. Inoltre, inizia ad interessarsi a loro anche la Protezione Civile grazie alla loro spiccata intelligenza unita ad una fisicità più agile, rispetto alle altre razze usate abitualmente, che gli consente di muoversi più agevolmente in situazioni critiche abituali per i cani da soccorso. Questa evoluzione del lagotto romagnolo mi riempie d’orgoglio perché davvero fino ad una decina di anni fa nessuno si sarebbe sognato di parlare di questa razza per un impiego diverso dalla ricerca del tartufo. Ricordo perfettamente le battute ironiche dei “grandi esperti” della razza che mi consideravano uno che visto non s’interessava alla ricerca del tartufo non poteva mai diventare un vero ed importante allevatore di lagotti. Bene se oggi c’è il boom di questa razza è partito dal mio lavoro di divulgazione tramite questo sito web, se oggi è considerato tra le razze più ambite dalle famiglie italiane e non solo (abbiamo Code Allegre dagli Stati Uniti alla Russia passando anche per Dubai, oltre che in tutti i paesi Europei!) è perché un quasi cinquantenne, con già 25 anni di attività cinofila professionale alle spalle, 10 anni fa decise che questa razza andava valorizzata. Posso dire di esserci riuscito pienamente, basta guardare quanti cercano di salire ora sul carro del vincitore e la prova evidente è il solito fiorire come funghi di pseudo-allevatori, che a Roma si chiamano, e rende meglio l’idea, “canari”! Solito fenomeno che tocca a tutte le razze che hanno successo ma, è altrettanto certo che, com’è già successo per le altre razze, spariranno nel giro di poco tempo proprio come sono apparsi come funghi alla prima pioggia d’autunno! Il problema da non sottovalutare sono i danni che si lasceranno alle spalle fatti proprio a spese della razza sulla quale si sono buttati solo per lucrare.
Il nostro lavoro è assolutamente maniacale in ogni dettaglio mirato a garantire il massimo benessere ai nostri lagotti che, per quanto numerosi, fanno una vita felice super coccolati come lo sono i cani di famiglie che li amano. L’unica differenza che la nostra è una famiglia molto più numerosa basti pensare che le nostre principesse, così chiamo le mie ragazze, dormono tutte in casa divise sui due livelli del casale dove viviamo! I maschi per ovvi motivi riproduttivi non possono stare in casa con noi ma ogni giorno ricevono un extra di coccole perché di notte si devono accontentare di confortevoli cucce coibentate!

Antonella e tre tenerissime Codine Allegre


L’alimentazione e tutte le sue integrazioni sono curate con tutte le attenzioni possibili. L’esperienza portata alle Code Allegra dalla mia collaboratrice Antonella è quella di un infermiera con master in naturopatia che ci ha consentito di concentrarci sulla cura del microbiota intestinale delle fattrici che inizia dal momento dell’entrata in estro e prosegue fino a tutto l’allattamento dei cuccioli. Questo avviene attraverso protocolli mirati e personalizzati per la somministrazione di probiotici e prebiotici scelti con cura dalla nostra esperta. Grazie a questi protocolli abbiamo notato una stabilità ed una salute intestinale, fondamentale perché si riversa su quella generale, oltre che delle mamme anche dei cuccioli che naturalmente assorbono quanto somministrato alle loro mamme.
In conclusione ci tenevo a ribadire che davvero le Code Allegre hanno una serie di valori aggiunti! Citerò solo i tre principali per non tediarvi!
Prima di tutto per il livello di lavoro specializzato: un comportamentalista, con oltre 35 anni di cinofila professionale alle spalle, ed un infermiera naturopata esperta d’alimentazione oltre a tutto quello che può concernere la cura della salute dei nostri cani.
L’investimento economico, perché qui davvero non si prende neppure in considerazione nulla che non sia il top di gamma, dal cibo, ai farmaci, al veterinario che ci segue, il dott. Francesco Orsi un vero top doc, ed a qualsiasi altra cosa serva per il benessere dei nostri adorati lagotti.
Infine, ma a mio avviso sicuramente il più importante, l’ Amore e la dedizione infinita ai nostri figli pelosi che non vengono mai lasciati da soli e che vivono liberi in uno stupendo uliveto nella Tuscia viterbese con tutte le attenzioni e cure possibili.

Il frutto di un lavoro Serio e Appassionato

I lagotti che ti cambiano la vita sono solo le Code Allegre e non è per caso o per fortuna ma sono il frutto di un lavoro duro, serio e fatto con professionalità, abnegazione ed un infinito Amore per i nostri compagni di vita dal pelo riccio.
Quindi se volete il top di questa razza siamo a vostra disposizione se volete altro il mondo è pieno di “canari” che sono lì pronti ad accogliervi nei loro canili fatti di gabbie, dove i cani sono solo dei numeri come dei polli in un allevamento intensivo.
Ultimissima preghiera: se avete letto questa pagina spero non mi porrete la fatidica domanda: “come mai i vostri lagotti costano di più?” Se non l’avete letta vi comunico che l’ho scritta appositamente per poterla girare a chi contattandomi senza aver letto il mio sito o semplicemente questa pagina mi e pone la fatidica domanda!
Naturalmente è una boutade! Ma vorrei chiudere con un’osservazione “pratica”: un cane, per fortuna, non si acquista, spesso, quindi, provate ad immaginare in una vita media, prendiamo quella molto alta del lagotto 14/16 anni, sapete quanti soldi si possono risparmiare già solo di cure veterinarie? Un cane cresciuto con i nostri standard qualitativi è un “torello”, garanzia di ottima salute. Un cane cresciuto in economia, ed è per questo che potete pagarlo meno che da noi perché vi assicuro che nessuno vi regala nulla, non potrà giocoforza avere la stessa “salute”, lo stesso sistema immunitario super attivo che gli consentirà di non ammalarsi. Se non avete mai avuto un cane informatevi quanto costano già soltanto delle analisi del sangue, siamo sui 100€ solo per i valori di base. Per non parlare di esami diagnostici come tac e risonanze, oggi fatte anche ai nostri amici a 4 zampe per problemi seri naturalmente, ma spesso necessarie. Per queste ultime siamo su cifre molto alte, fino a 1000 €, variabili anche in base alle città e purtroppo la mutua per gli animali non esiste! Quindi nell’arco della vita del cane il risparmio iniziale lo spenderete abbondantemente in cure di varia natura. Dico questo perché non c’è solo la salute fisica ma anche quella mentale, come ben sa una grossa fetta della popolazione che si rivolge ad uno psicologo/psichiatra per la risoluzione dei suoi conflitti, più o meno gravi, interiori. Immagino sappiate che i cani scarsamente socializzati, ovvero quelli che nascono e crescono in box con scarsi contatti con l’umano e/o cresciuti senza amore e con scarsa professionalità, di cui si parlava all’inizio della pagina, ne soffrono molto spesso? Sapete il costo di un’ora di consulenza di un comportamentalista, che altri non è che lo psicologo dei cani? Oggi siamo tra i 50 ed i 70 €. Esattamente come quello di uno psicologo per umani. Calcolate poi che per un problema di media gravità ci vogliono minimo una decina di incontri… Fatevi due conti!
A mio parere questo aspetto economico è anche il meno penoso, per quanto sicuramente importante per il budget di una famiglia, perché vi assicuro che avere un cane cagionevole, spesso ammalato è davvero uno strazio per chi deve assistere alle sofferenze di un essere indifeso e che ci ama incondizionatamente.
Vi saluto e vi ringrazio per l’attenzione! A prestissimo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =

Accetta i nostri termini e condizioni e privacy policy *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.